LORENZA ZAMBON

LORENZA ZAMBON

Per la sua attività complessiva centrata sul rapporto con la natura ottiene a Parma il premio nazionale dell’Associazione A.D.A. “Mimosa d’oro” dedicato alle donne ambientaliste. Si unisce alla formazione teatrale astigiana “Casa degli “Alfieri” (allora ancora Teatro del Magopovero) nel 1981, provenendo da Padova dove (oltre a conseguire la Laurea in Scienze Politiche con indirizzo sociologico) si era formata nel Centro Universitario Teatrale. Da allora condivide un lungo percorso di ricerca e creazione che ha portato a numerose realizzazioni teatrali con Luciano Nattino, Antonio Catalano, Alessandro Haber e Judith Malina del Living Theatre. Come regista mette in scena “La solitudine del maratoneta” di A. Sillitoe, con Giancarlo Previati e “La fortezza vuota” di Luciano Nattino, con Giancarlo Previati e Giuliano Amatucci, oltre a molti eventi e mise en space tra i quali “Tetto murato” di Lalla Romano organizzato dal premio Grinzane Cavour per festeggiare gli ottant’anni dell’autrice e i fortunati caffè letterari sul tema “Narrare non è mai neutro” realizzati nell’ambito del progetto europeo per le pari opportunità gestito dalla Biblioteca Astense e dall’associazione regionale Poliedra.Dal 1998 progetta e coordina l’attività formativa e di ricerca della Casa degli alfieri denominata “Teatro e oltre” con la collaborazione di Alessandra Rossi Ghiglione, collaborazione che ha portato all’ideazione e realizzazione di progetti sostenuti dall’Ente Teatrale Italiano, dalla Regione Piemonte, dalla Provicia di Asti (oltre ad altri enti e Fondazioni). Nel 1999 inizia una personale linea di ricerca centrata sulla relazione fra la specie umana e il suo ambiente che dà origine alla realizzazione di spettacoli teatrali, laboratori e di un festival, “Naturalmente arte”, realizzato in collaborazione con l’Ente Parchi Astigiani, con il sostegno dell’Ente Teatrale Italiano della Regione Piemonte oltre ad altri enti e Fondazioni.

    domenica 29 settembre

  • Domenica 29 settembre ore 16.00 - Castello di Masnago e parco Mantegazza  - Masnago, Via Cola di Rienzo n. 42

    LEZIONI DI GIARDINAGGIO

    Incontro spettacolo con un’attrice giardiniera

    A cura di Lorenza Zambon – Casa degli Alfieri

    Castello di Masnago

    Il giardinaggio è una delle cose più noiose del mondo? Ecco una lezione di giardinaggio. Vera. Semiseria. Perché il vero giardinaggio non è faccenda di consumo, di mostre snob, di riviste patinate. Perché per essere giardinieri non occorre possedere un giardino. Il giardino è il pianeta e noi tutti ci viviamo in mezzo.

    Per la sua attività complessiva centrata sul rapporto con la natura, Lorenza Zambon ottiene il premio nazionale dell’Associazione A.D.A. Mimosa d’oro dedicato alle donne ambientaliste. Si unisce alla formazione teatrale astigiana Casa degli alfieri nel 1981. Da allora condivide un lungo percorso di ricerca e creazione che ha portato a numerose realizzazioni teatrali. Intensa anche la sua attività come regista. Nel 1999 inizia una personale linea di ricerca centrata sulla relazione fra la specie umana e il suo ambiente che dà origine alla realizzazione di spettacoli teatrali, laboratori e del Festival Naturalmente arte.

    Per famiglie e bambini dai 5 anni in su. Numero massimo di partecipanti: 100
    Prenotazione obbligatoria sino ad esaurimento posti

    Prenotazioni aperte dalle ore 14.00 di sabato 14 settembre 2019.

Questo sito utilizza i cookie per offrire l'esperienza web migliore possibile. Proseguendo e utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.